Intel ne “La tempesta” di Shakespeare

Intel supererà nuovi confini nell’arte teatrale dal vivo e omaggerrà il quattrocentesimo anniversario della morte di Shakespeare lavorando con la Royal Shakespeare Company (RSC) e The Imaginarium Studios per una produzione de La tempesta reimmaginata con l’ausilio di tecniche digitali e la migliore tecnologia di computing. Intel, RSC e The Imaginarium Studios creeranno insieme una nuova esperienza spettatoriale plasmando un personaggio digitale – Ariel lo spirito dell’aria – sul palcoscenico, dal vivo.

La tecnologia di performance capture sviluppata da The Imaginarium Studios, solitamente impiegata per contenuti preregistrati come video giochi e film, è stata potenziata da Intel per permettere al personaggio digitale di interagire con gli altri attori in tempo reale dal vivo. Per ottenere un effetto di spontaneità adeguato alla rappresentazione teatrale, il personaggio è stato creato con 336 punti – il che equivale a ricreare ogni punto del corpo umano – ed è supportato da un PC con una memoria di 50 milioni più grande di quella di cui era dotato il computer che portò l’uomo sulla luna.

Intel, la RSC e The Imaginarium Studios hanno dedicato più di un anno di ricerca e collaborazione per offrire questo uso della tecnologia nel teatro tradizionale senza precedenti. Questo è l’ultimo esempio di ciò che è possibile fare quando la tecnologia di Intel incontra la passione per la creazione di storie e la maestria di grandi artisti.

In scena dal 21 gennaio 2017 a Stratford-Upon-Avon. I biglietti sono disponibili presso la Royal Shakespeare Company.

Links

 

Press Release: Intel and the Royal Shakespeare Company Collaborate with The Imaginarium Studios to Create Ariel as a Digital Avatar for the First Time

Press Kit: Intel, the Royal Shakespeare Company and The Imaginarium Studios Create ‘The Tempest’