Intel investe 50 milioni di dollari per far progredire l’informatica quantistica

PUNTI PRINCIPALI

  • Intel investirà 50 milioni di dollari in QuTech, l’istituto di ricerca quantistica dell’Università tecnologica di Delft (TU Delft), e nell’organizzazione di ricerca TNO e dedicherà risorse di engineering per sviluppare le attività di ricerca.
  • La collaborazione nel corso dei prossimi 10 anni accelererà la ricerca nel settore del calcolo quantistico, che promette di risolvere problemi complessi, attualmente ritenuti insormontabili.

DELFT, 3 settembre 2015 – Intel Corporation ha annunciato una collaborazione decennale con l’Università tecnologica di Delft e TNO, l’organizzazione olandese per la ricerca applicata, per accelerare le innovazioni nel calcolo quantistico. Per raggiungere questo obiettivo, Intel investirà 50 milioni di dollari e dedicherà risorse di engineering sia presso le due strutture che internamente a Intel, oltre a garantire il supporto tecnico.

Il calcolo quantistico promette di risolvere problemi complessi che oggi sono quasi insormontabili, tra cui simulazioni complesse come l’analisi finanziaria su larga scale e lo sviluppo di farmaci più efficaci. Il calcolo quantistico è un campo di ricerca che Intel ha sempre esplorato perché ha il potenziale per aumentare le capacità dei computer ad elevate prestazioni del futuro.

“Un computer quantistico pienamente funzionante è almeno a una dozzina di anni avanti rispetto a noi, ma gli sforzi di ricerca pratica e teorica che presentiamo segnano una tappa importante nel percorso per portarlo più vicino alla realtà”, ha dichiarato Mike Mayberry, Vice President di Intel e Managing Director degli Intel Labs.

L’obiettivo di Intel è di estendere le competenze dell’Università nel campo della fisica e le attività di ricerca diversificate nell’ambito del calcolo quantistico contribuendo con le proprie competenze a livello di produzione, elettronica e architettura.

Intel ritiene che nessuna azienda o organizzazione riuscirà da sola a sbloccare l’accesso al calcolo quantistico avanzato. Le partnership, come questa tra Intel e l’istituto QuTech di Delft, e la collaborazione con il settore aiuteranno ad affrontare una sfida tecnica così complessa. 

“La competenza nell’elettronica specializzata combinata con la fisica avanzata è indispensabile per avvicinare il calcolo quantistico alla realtà”, ha osservato Mayberry. “Mentre fino ad oggi lo sviluppo di qubit ha rappresentato il focus della ricerca nel calcolo quantistico, per connettere, controllare e misurare molteplici qubit sarà richiesta elettronica a bassa temperatura, e questo è l’ambito in cui possiamo contribuire. La nostra collaborazione con QuTech esplorerà innovazioni nel calcolo quantistico che potrebbero influenzare l’intero settore”.

“Nei prossimi 5-10 anni, i progressi nel calcolo quantistico richiederanno sempre di più la combinazione di scienza di eccellenza con engineering di alto livello”, ha dichiarato Lieven Vandersypen, Lead Scientist di QuTech. “Per la realizzazione di circuiti complessi che contengono un gran numero di bit quantistici, il know-how del settore dei semiconduttori è fondamentale, e QuTech è entusiasta di collaborare con l’azienda leader mondiale nel campo dei semiconduttori”.

Il CEO di Intel Brian Krzanich ha pubblicato un blog che illustra l’interesse strategico di Intel nei confronti del calcolo quantistico e l’importanza delle competenze di elettronica e produzione nel trasformare in realtà l’informatica quantistica.

Che cos’è il calcolo quantistico?
I computer quantistici utilizzano quantum bit (qubit), a differenza dei computer digitali che sono basati su transistor e richiedono che i dati vengano codificati in cifre binarie (bit). I qubit possono esistere in più stati contemporaneamente (sovrapposizione di stati quantistici), offrendo il potenziale per eseguire un gran numero di calcoli in parallelo, accelerando il tempo richiesto per la risoluzione.

Informazioni su Intel
Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell’innovazione del computing, progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. In qualità di leader nell’ambito della responsabilità aziendale e della sostenibilità, Intel produce i primi microprocessori commercialmente disponibili al mondo che non impiegano minerali provenienti da zone di conflitto. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e blogs.intel.com; per informazioni sulle iniziative di Intel in merito all’utilizzo di materie prime non legate a conflitti consultate la pagina conflictfree.intel.com.

Informazioni su TU Delft
L’Università tecnologica di Delft, o TU Delft, fondata nel 1842, è l’università tecnica più antica e più grande dei Paesi Bassi. Impiega uno staff di circa 5.000 persone e vanta oltre 20.000 studenti nel campus. Ha 8 facoltà, tra cui la Facoltà di scienze applicate e la Facoltà di ingegneria elettrica, matematica e informatica. Lo staff di entrambe le facoltà costituisce la forza lavoro principale di QuTech. Lo staff QuTech di Scienze applicate fa anche parte dell’Istituto Kavli di nanotecnologia di Delft, finanziato in parte dalla prestigiosa Fondazione Kavli degli Stati Uniti.

Informazioni su TNO
TNO annovera circa 3.000 professionisti che sfruttano la loro conoscenza ed esperienza per creare soluzioni intelligenti a problemi complessi. Queste innovazioni contribuiscono a migliorare in maniera sostenibile la competitività industriale e il benessere sociale. Collabora con circa 3.000 aziende e organizzazioni, comprese PMI, nei Paesi Bassi e in tutto il mondo. Sul tema dell’innovazione industriale, ad esempio, l’organizzazione consolida la forza innovativa dell’industria tramite innovazione nei prodotti e nei processi, con grande attenzione alla sostenibilità.

Informazioni su Intel:

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC) è leader nel settore dei semiconduttori. Attraverso tecnologie di computing e di comunicazione, che costituiscono le fondamenta delle innovazioni in tutto il mondo, dà forma al futuro data-centrico, basato sulla valorizzazione e l’utilizzo dei dati. L’esperienza ingegneristica dell’azienda sta aiutando ad affrontare le più importanti sfide globali e sta contribuendo a potenziare, connettere e rendere sicuro il mondo intelligente e connesso, con i suoi miliardi di dispositivi e la sua infrastruttura: dal cloud alla rete, fino all’edge e tutto ciò che c’è intorno. Maggiori informazioni su Intel sono disponibili su newsroom.intel.it and intel.it.

Intel e il logo Intel sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

*Altri nomi e brand potrebbero essere rivendicati come proprietà di terzi.