Intel Labs Aspira a Reinventare l’Esperienza degli Utenti con il Computer

I ricercatori Inventano il Futuro all’Evento Annuale di Ricerca e Sviluppo


PUNTI PRINCIPALI

  • Nel corso dell’evento annuale Research at Intel, il CTO di Intel annuncia una nuova divisione di Intel Labs, destinata a reinventare la nostra esperienza con il computer con modalità che possiamo soltanto iniziare ad immaginare.
  • Tramite lo studio approfondito e la comprensione dei modi in cui le persone si relazionano e usano la tecnologia, e usufruendo della lunga esperienza di Intel nell’esplorazione di tecnologi all’avanguardia, la nuova divisione mira a rendere possibili esperienze rivoluzionarie con televisori, automobili, segnaletica e molto altro.
  • All’evento sono state presentate in anteprima delle tecnologie future che rendono possibile lo sviluppo di dispositivi in grado di apprendere e capire chi siamo e come viviamo, tecniche per rivoluzionare il social networking, riconoscere gli oggetti quotidiani, interpretare i gesti delle mani e leggere nella mente.

MOUNTAIN VIEW, California, 30 giugno 2010 – Nel corso dell’evento annuale Research at Intel di Intel Labs, il Chief Technology Officer di Intel Justin Rattner ha annunciato l’apertura di una nuova divisione di ricerca, denominata Interaction and Experience Research (IXR), che si focalizzerà su progetti per la definizione di nuove piattaforme informatiche e sullo studio delle nuove esperienze da parte dei consumatori. Le innovazioni che ne scaturiranno contribuiranno a reinventare il modo in cui tutti noi vivremo in futuro l’esperienza del computing.

Secondo Rattner, grazie alla Legge di Moore e alle innovazioni in termini di prestazioni ora disponibili su un’ampia gamma di dispostivi di elaborazione che comprendono il PC tradizionale, il nostro coinvolgimento e la nostra interazione con la tecnologia diventeranno molto più personali e sociali; ci saranno dispositivi che saranno in grado di comprendere il contesto in cui ci troviamo grazie ai sensori e alla maggiore intelligenza elaborativa fornita dal cloud e che potranno essere gestiti con interfacce più naturali come il tocco, i gesti e la voce.

“Una tecnologia più evoluta non è più sufficiente”, ha dichiarato Rattner. “Oggi quello che conta per l’individuo è un’esperienza informativa altamente personalizzata e, guardando avanti, ritengo che si tratti della sfida più impegnativa per il futuro. In Intel infatti stiamo lavorando da oramai 10 anni sull’esperienza dell’utente finale e sulle sue interazioni con il mondo del computing. Abbiamo da poco riunito uno straordinario team di ricercatori costituito sia da esperti di interfacce utente, sia da sociologi per creare la nuova generazione di esperienze utente. Abbiamo capito, ad esempio, che è necessario distinguere l’esperienza con la televisione da quella con il Web, anche se una quantità sempre maggiore di contenuti TV sarà trasmessa tramite Internet. Navigare sul Web da una distanza di 3 metri è un’esperienza che non piace a tutti, ma l’esperienza della televisione via Internet rappresenta un grande passo avanti che va al di là della tradizionale modalità di trasmissione televisiva”.

Rattner ha annunciato che la nuova divisione sarà guidata da Genevieve Bell, Intel Fellow, che da oltre dieci anni sostiene l’importanza di considerare il ruolo centrale degli utenti nello sviluppo dei progetti Intel.

“La tecnologia Intel oggi abbraccia molti più aspetti della vita quotidiana rispetto al semplice PC”, ha affermato Bell. “Possiamo trovare chip Intel e Internet in televisori, decoder, palmari, automobili, segnaletica e altro ancora. IXR, la nuova divisione, svilupperà sulla base di 15 anni di ricerca le modalità in cui gli utenti impiegano, riutilizzano e oppongono resistenza alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT). Ricercatori di scienze sociali, design e interazione uomo-computer porteranno avanti questa missione, analizzando che cosa viene apprezzato dalla gente, che cosa si adatta alle loro vite e che cosa gli utenti gradiscono degli oggetti di cui dispongono. Queste analisi verranno abbinate a un forte orientamento alla ricerca tecnologica per sviluppare la prossima generazione di interfacce utente, interazione con gli utenti e variazioni nei contenuti multimediali e nei modelli di consumo”.

Gli Intel Labs si stanno già occupando della prossima generazione di tecnologie mirate all’esperienza degli utenti. Il lavoro attuale sul contesto e la localizzazione ha fatto scaturire una vasta gamma di idee e possibilità tecnologiche. Ad esempio, l’idea che i dispositivi riconoscano ciò che li circonda, comunichino gli uni con gli altri e cambino comportamento o intraprendano azioni in base all’ambiente. In particolare SENS, il progetto presentato all’evento, rappresenta una nuova categoria di social networking che offre la possibilità di monitorare le attività in tempo reale e di mostrarle in diretta a familiari e amici collegati in rete. La ricerca dimostra che il riconoscimento del contesto da parte di sensori integrati in un dispositivo può tradursi in esperienze utente completamente nuove, come “Shadow Avatar” e “Socially Augmented Reality”, che si basano sulle nuove tendenze nella condivisione di presenza e media.

I ricercatori hanno inoltre presentato un sensore energetico sperimentale, a basso costo, che potrebbe aiutare i consumatori a gestire i consumi energetici personali in casa. Quando abbinato a un apposito display informativo, tale dispositivo potrebbe monitorare l’utilizzo, suggerire soluzioni per una maggiore efficienza ed evidenziare i risparmi ottenuti. Il sensore deve essere semplicemente inserito nell’impianto elettrico di casa per misurare immediatamente e comunicare in modalità wireless il consumo energetico di ogni elettrodomestico, fornendo dati per analizzare l’utilizzo di energia di dispositivi e apparecchiature. Questa tecnologia rappresenta la base di un sistema di gestione dell’energia che potrebbe portare a importanti cambiamenti nei comportamenti individuali quotidiani e a risparmiare elevate quantità di energia.

Un’altro progetto capace di cambiare il rapporto utente – tecnologia  riguarda i sistemi video. Intel ha illustrato un progetto di ricerca che usa la proiezione e le fotocamere 3D per visualizzare pulsanti, finestre, immagini e film su superfici di lavoro, tavoli o altre superfici piatte. Il sistema video e di visione è in grado di riconoscere i gesti delle mani e gli oggetti, trasformando le consuete superfici, come il piano di lavoro della cucina, il tavolino o il banco dell’aula, in un portale interattivo per il dispositivo e Internet. È stato inoltre dimostrato un esempio più futuristico, un computer in grado di leggere nella mente, eliminando definitivamente la necessità di digitare.

Informazioni su Intel
Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell’innovazione del computing,  progetta e sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.it/pressroom e blogs.intel.com.

Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi

Informazioni su Intel:

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC) è leader nel settore dei semiconduttori. Attraverso tecnologie di computing e di comunicazione, che costituiscono le fondamenta delle innovazioni in tutto il mondo, dà forma al futuro data-centrico, basato sulla valorizzazione e l’utilizzo dei dati. L’esperienza ingegneristica dell’azienda sta aiutando ad affrontare le più importanti sfide globali e sta contribuendo a potenziare, connettere e rendere sicuro il mondo intelligente e connesso, con i suoi miliardi di dispositivi e la sua infrastruttura: dal cloud alla rete, fino all’edge e tutto ciò che c’è intorno. Maggiori informazioni su Intel sono disponibili su newsroom.intel.it and intel.it.

Intel e il logo Intel sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

*Altri nomi e brand potrebbero essere rivendicati come proprietà di terzi.