Un adolescente romeno ha vinto il primo premio per l’innovazione di un’automobile a basso costo che si guida da sola

Anche due giovani scienziati di Udine sul podio nella categoria Energia e Trasporti con un

progetto di propellente iperbolico ecologico e non tossico per il lancio di missili

PUNTI PRINCIPALI

• Il più importante concorso scientifico del mondo per studenti delle scuole superiori,

l’Intel International Science and Engineering Fair, un programma della Society for

Science & the Public, ha annunciato i vincitori a Phoenix, in Arizona.

• Ionut Budisteanu dalla Romania ha ricevuto il Gordon E. Moore Award, un premio da

75.000 dollari istituito in onore del co-fondatore di Intel e scienziato.

• I due vincitori dei premi Intel Foundation Young Scientist Awards – Eesha Khare di

Saratoga in California e Henry Lin di Shreveport in Louisiana – hanno ricevuto premi da

50.000 dollari ciascuno da Intel Foundation.

• Massimo Cappelletto e Davide Zilli dell’I.S.I.S. Arturo Malignani di Udine hanno

ottenuto un “second award” nella categoria Energia e Trasporti e una borsa di studio di

1.500 dollari, grazie al progetto di un nuovo propellente iperbolico per il lancio di missili,

ecologico e non tossico.

ASSAGO-MILANO, 20 maggio 2013 – Ionut Budisteanu, 19 anni, dalla Romania ha

vinto il primo premio all’Intel International Science and Engineering Fair di quest’anno, un

programma della Society for Science & the Public, per l’impiego dell’intelligenza artificiale per

la creazione di un modello realizzabile di un’auto a costi contenuti che si guida da sola.

Ionut ha spiegato che la sua ricerca affronta un importante problema globale. Nel 2004

gli incidenti stradali hanno causato 2,5 milioni di morti in tutto il mondo1, e l’87% degli incidenti

è stato causato da errore del conducente2. Con un radar 3D e videocamere, Ionut ha creato un

progetto concreto per un’automobile autonomamente controllata in grado di rilevare corsie e

marciapiedi, unitamente alla posizione in tempo reale della vettura, al costo di soli 4.000 dollari.

Ionut ha ricevuto il Gordon E. Moore Award, un premio da 75.000 dollari istituito in onore del

co-fondatore di Intel e scienziato.

Eesha Khare, 18 anni, di Saratoga in California ha ricevuto l’Intel Foundation Young

Scientist Award di 50.000 dollari. Con la rapida adozione dei dispositivi elettronici portatili,

Eesha ha riconosciuto l’esigenza fondamentale di dispositivi di archiviazione con efficienza

energetica. Ha sviluppato un piccolo dispositivo che può essere inserito all’interno delle batterie

dei telefoni cellulari e che consente di caricarle completamente nel giro di 20-30 secondi.

L’invenzione di Eesha ha anche applicazioni potenziali per le batterie per auto.

Anche Henry Lin, 17 anni, di Shreveport in Louisiana, ha ricevuto l’Intel Foundation

Young Scientist Award di 50.000 dollari. Simulando migliaia di ammassi di galassie, Henry ha

fornito agli scienziati nuovi dati preziosi, consentendo di comprendere meglio i misteri

dell’astrofisica: materia oscura, energia oscura e l’equilibrio di riscaldamento e raffreddamento

degli oggetti più grandi dell’universo.

Buone notizie da ISEF 2013, infine, sono arrivate anche per l’Italia. Due giovani

scienziati italiani, Massimo Cappelletto e Davide Zilli, entrambi ventenni e diplomati lo scorso

anno dell’I.S.I.S. Arturo Malignani di Udine hanno ottenuto un “second award” nella categoria

Energia e Trasporti e una borsa di studio di 1.500 dollari, grazie ad un curioso progetto di nuovo

propellente ipergolico per il lancio di missili e razzi, ecologico e non tossico.

“Supportiamo l’Intel International Science and Engineering Fair perché riteniamo che la

scienza e la matematica siano essenziali per l’innovazione, indispensabile per la crescita

economica globale e lo sviluppo della società”, ha dichiarato Wendy Hawkins, Executive

Director della Intel Foundation. “Questo concorso incoraggia ogni anno milioni di studenti in

tutto il mondo ad esplorare la loro passione per la matematica e le scienze, sviluppando soluzioni

per le sfide globali.”

Per l’edizione di quest’anno del concorso Intel International Science and Engineering Fair

sono stati scelti circa 1.600 giovani scienziati. Sono stati selezionati da 433 manifestazioni

affiliate in più di 70 Paesi, aree geografiche e territori. Oltre ai vincitori citati in precedenza, più

di 500 finalisti hanno ricevuto premi e riconoscimenti per le loro ricerche innovative. Tra i

vincitori figurano 17 studenti che si sono aggiudicati il premio “Best of Category” del valore di

5.000 dollari ciascuno. Intel Foundation ha anche assegnato un finanziamento di 1.000 dollari

alla scuola di ciascun vincitore e al concorso affiliato che rappresenta.

Nell’elenco seguente sono riportati i 17 vincitori Best of Category, da cui sono stati scelti i

primi tre:

Categoria

Nome

Cognome

Città

Stato/Paese

Scienze animali

Michael

Shao

Northville

Michigan

Scienze comportamentali e sociali

Zarin

Rahman

Brookings

South Dakota

Biochimica

Savannah

Tobin

Salem

Oregon

Biologia cellulare e molecolare

Hannah

Wastyk

Palmyra

Pennsylvania

Chimica

Eesha

Khare

Saratoga

California

Scienze informatiche

Ionut

Budisteanu

Ramnicu, Valcea

Romania

Scienze della terra e planetarie

Gyou

Tanaka

Mobara, Chiba

Giappone

Ingegneria: elettrica e meccanica

Zeyu

Liu

Calgary, Alberta

Canada

Ingegneria: dei materiali e bioingegneria

Samantha

Marquez

Midlothian

Virginia

Energia e trasporti

Evie

Sobczak

  1. St. Petersburg

Florida

Gestione ambientale

Shixuan

Li

Lynn Haven

Florida

Scienze ambientali

Naomi

Shah

Portland

Oregon

Scienze matematiche

Vinay

Iyengar

Portland

Oregon

Medicina e sanità

Jessie

MacAlpine

Woodstock, Ontario

Canada

Microbiologia

David

Zimmerman

Los Angeles

California

Fisica e astronomia

Henry

Lin

Shreveport

Louisiana

Botanica

Samantha

DiSalvo

Hewlett

New York

Ryan

Kenny

Amy

Vitha

Oltre a vincere il primo premio, gli studenti provenienti dall’area Europa, Medio Oriente e Africa

hanno vinto 33 premi al concorso scientifico annuale. I Paesi vincitori sono stati Austria,

Bielorussia, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Egitto, Germania, Ungheria, Italia, Israele,

Giordania, Nigeria, Palestina, Polonia, Romania, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa, Slovacchia,

Svizzera, Turchia, Ucraina, Russia e Romania.

In Europa, Medio Oriente e Africa, le categorie di premi risultate maggiormente di successo

quest’anno comprendono Ingegneria: Elettrica e meccanica, Chimica e Scienze informatiche.

Vincitori dell’area Europa, Medio Oriente e Africa:

Nome

Paese

Categoria premio

Herbert Gerhardter

Austria

Energia e trasporti

Marek Novak

Repubblica Ceca

Ingegneria: elettrica e meccanica

Michaela Krakorova

Repubblica Ceca

Chimica

Asbjorn Nordentoft

Danimarca

Scienze matematiche

Abdelrahman Elsayed Abdelmoneim

Egitto

Scienze informatiche

Ahmed Saber

Egitto

Ingegneria: elettrica e meccanica

Quentin Poussier

Francia

Fisica e astronomia

Julius Kunze

Germania

Scienze informatiche

Michael Laue

Germania

Chimica

Timm Piper

Germania

Fisica e astronomia

Gergely Papp

Ungheria

Ingegneria: elettrica e meccanica

Guy Hofshi

Israele

Chimica

Noam Ottolenghi

Israele

Fisica e astronomia

Idan Sharon

Israele

Ingegneria: elettrica e meccanica

Massimo Cappelletto

Italia

Energia e trasporti

Omar Al-Majeed Yared

Giordania

Energia e trasporti

Salahaldeen Abu-Alshaikh

Giordania

Scienze matematiche

Bisher Assamak

Giordania

Gestione ambientale

Raghda Eshtayeh

Palestina

Scienze ambientali

Kinga Panasiewicz

Polonia

Medicina e scienze della salute

Ionut Budisteanu

Romania

Scienze informatiche

Alexander Makarychev

Russia

Scienze informatiche

Ekaterina Kutsenok

Russia

Chimica

Pavel Kurbatskiy

Russia

Ingegneria: elettrica e meccanica

Rund Tawfiq

Arabia Saudita

Ingegneria: dei materiali e bioingegneria

Reem Al Rabiah

Arabia Saudita

Scienze ambientali

Mohammed Aldajani

Arabia Saudita

Medicina e scienze della salute

Abdullah Bu Khamsin

Arabia Saudita

Botanica

Hassan Khdary

Arabia Saudita

Biochimica

Michal Racko

Slovacchia

Fisica e astronomia

Benjamin Langer

Sud Africa

Chimica

Retselisitsoe Monyake

Sud Africa

Scienze matematiche

Fabian Tschopp

Svizzera

Scienze informatiche

Ivan Seleznov

Ucraina

Ingegneria: elettrica e meccanica

La Society for Science & the Public, un’organizzazione non profit dedicata all’impegno pubblico

nella ricerca scientifica e nella didattica, organizza e gestisce l’International Science and

Engineering Fair fin dall’inizio, nel 1950.

“Ci congratuliamo con Ionut, Eesha e Henry per il successo ottenuto all’Intel International

Science and Engineering Fair di questa settimana a Phoenix”, ha commentato Elizabeth

Marincola, Presidente della Society for Science & the Public. “La loro ricerca dimostra il valore

del duro lavoro e del pensiero creativo. Tutti i finalisti dell’Intel International Science and

Engineering Fair qui presenti questa settimana dimostrano un grande potenziale per sfruttare il

potere della scienza e dell’innovazione per risolvere problemi e creare opportunità per la nostra

comunità globale.”

L’Intel International Science and Engineering Fair premia alcuni degli studenti

imprenditori, innovatori e scienziati più promettenti ed emergenti a livello internazionale. I

finalisti vengono selezionati ogni anno tramite centinaia di concorsi affiliati. I loro progetti sono

valutati in loco da più di 1.200 giudici specializzati in quasi tutte le discipline scientifiche,

ognuno con un Dottorato o con l’equivalente di 6 anni di esperienza professionale in una delle

discipline scientifiche.

Questo è il primo anno in cui tutti i finalisti dell’Intel International Science and

Engineering Fair riceveranno distintivi digitali per riconoscere e premiare i loro successi nella

ricerca scientifica e ingegneristica indipendente. Anche i volontari, i giudici e gli interpreti

riceveranno dei distintivi. I distintivi digitali promuovono modalità informali di educazione e

offrono riconoscimento e credenziali per i successi ottenuti al di là dell’aula scolastica. Scoprite

maggiori informazioni sull’iniziativa dei badge all’indirizzi http://badging.societyforscience.org.

L’elenco completo dei finalisti è disponibile nel programma dell’evento. Il concorso Intel

International Science and Engineering Fair 2013 è finanziato congiuntamente da Intel e Intel

Foundation con premi aggiuntivi e il supporto di decine di altre organizzazioni aziendali,

accademiche, governative e scientifiche. Quest’anno sono stati assegnati oltre 4 milioni di

dollari.

Per ulteriori informazioni sulla Society for Science & the Public, visitate il sito Web

www.societyforscience.org e seguite l’organizzazione su Facebook e Twitter.

Per le ultime notizie di Intel nel settore dell’istruzione, visitate il sito Web all’indirizzo

www.intel.com/newsroom/education e seguite la conversazione su Facebook e Twitter.

Informazioni su Intel

Intel (NASDAQ: INTC), leader mondiale nell’innovazione del computing, progetta e

sviluppa le tecnologie essenziali alla base dei dispositivi informatici di tutto il mondo. Per

ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web newsroom.intel.com/community/it_it e

blogs.intel.com.

Informazioni su Intel:

Intel (NASDAQ: INTC), un leader nel settore dei semiconduttori, dà forma al futuro basato sull’utilizzo dei dati attraverso la tecnologia di computing e comunicazione, che costituisce le fondamenta delle innovazioni in tutto il mondo. L’esperienza ingegneristica dell’azienda sta aiutando ad affrontare le più importanti sfide globali e contribuendo a potenziare, connettere e rendere sicuri i miliardi di dispositivi e l’infrastruttura del mondo intelligente e connesso: dal cloud alla rete, fino ai dispositivi connessi e tutto ciò che c’è intorno. Maggiori informazioni su Intel sono disponibili su newsroom.intel.it and intel.it.

Intel e il logo Intel sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi.

*Altri nomi e brand potrebbero essere rivendicati come proprietà di terzi.